Controguerra

Revoca incarico macerie PicenAmbiente

PicenAmbiente non si occuperà più del recupero e della selezione delle macerie delle zone terremotate. La Regione Marche ha deliberato di risolvere anticipatamente il contratto di concessione sottoscritto il 4 marzo 2017 ed ha già chiesto alla Concessionaria la riconsegna delle chiavi dei siti di Monteprandone e Arquata del Tronto dove le macerie sono state stoccate e dove avvengono le operazioni di selezione dei materiali, individuando i beni da restituire alle famiglie terremotate. Nella delibera vengono poste in evidenza "ripetute e reiterate inadempienze agli obblighi" da parte di PicenAmbiente nonostante formali diffide e solleciti. E' stata riscontrata in più occasioni l'inadeguatezza del numero di maestranze adibite alla selezione e cernita presso i siti di stoccaggio e selezione delle macerie. In vari sopralluoghi è stato verificato che i mezzi caricavano macerie indistinte, non erano presenti operatori di PicenAmbiente, ma singole ditte caricavano direttamente i loro mezzi

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie